Le pesche dolci

01 Jan

Le pesche dolci

Le pesche sono fra i dolci più diffusi nella terra d'Abruzzo e non c'è ricevimento in casa che si rispetti, che sia per un compleanno o per un matrimonio poco importa, senza di loro. Anche i panifici più piccoli e artigianali le mettono in bella mostra nei loro banchi e si inizia a trovarle anche nei supermercati. Sembra però che le pesche dolci non siano state inventate in Abruzzo. Furono infatti realizzate per la prima volta a Prato nel 1861, dove i fornai in principio le facevano con un impasto di pane raffermo bagnato che i pasticceri pratesi hanno pian piano sostituito con la pasta brioche. L'Arsia della Regione Toscana le riconosce oggi come prodotto tradizionale, ma purtroppo constata come siano dolci sempre meno diffusi e per poterle gustare ci sarebbe bisogno addirittura di prenotarle nei panifici di Prato e Firenze. Col tempo poi le pesche dolci si sono diffuse via via nelle Marche, in Abruzzo e in Molise con le dovute modifiche locali, grazie alle giovani che andavano a studiare lontano nei collegi delle suore. Quando tornavano a casa portavano con loro un ricco bagaglio culturale e tante ricette, indispensabili a quei tempi per diventare delle brave mogli. E proprio questa sarebbe l'origine delle molisane pesche di Castelbottardo che sono similissime a quelle abruzzesi. Ma si sa, fino agli anni '60 del secolo scorso Abruzzo e Molise erano una sola Regione e abbiamo anche altre prelibatezze in comune.

Contatti

Associazione Culturale Civita dell'Abbadia
+39 340 3293577
info@terrautentica.it
Via G. Marconi 43, 65010 Civitella Casanova (PE)